Recent Posts

domenica 18 ottobre 2015

10 oggetti che hai in casa per lavorare l'argilla polimerica - 10 items you have at home to use with polymerclay

Scroll for English version

A che serve questa roba? sto costruendo un robot cuoco? ho svuotato la cantina? no no.. sto creando qualcosa in polymerclay :)

Non sempre è necessario comprare attrezzi costosi per lavorare il nostro materiale preferito. Molti strumenti utili si trovano in casa e sono efficaci tanto quanto quelli professionali.

Ho preparato allora un decalogo di quelli che io uso più spesso (in ordine sparso):

1. La bottiglia - mattarello
Per stendere la pasta occorre un mattarello perfettamente liscio; quelli in legno non vanno bene, perchè sono porosi, trattengono i colori più forti (rosso, verde, blu..) e alla lunga sporcano le paste più chiare.
Puoi comprare un mattarello in resina o plexiglass, oppure usare una semplice bottiglia di vetro o una lattina di alluminio.
Per stendere la pasta in spessori uniformi usa degli elastici ai due capi del "mattarello": più sottili o più grossi a seconda dello spessore che vuoi ottenere, ti aiuteranno a mantenere una sfoglia uniforme.

2. Il sale grosso
Fichissimo per le texture! puoi creare perle molto carine e particolari con il sale: forma delle sferette e rotolale nel sale grosso; cuoci, raffredda e sciacqua; il sale si scioglie via lasciando dei fori irregolari effetto pietra lavica. Lo adoro!!

3. Viti, rondelle, materiale di ferramenta
Tutti gli oggetti piccoli e rugosi, appuntiti, incavati etc etc sono perfetti per texturizzare la pasta: conficca, rotola, premi, buca, raschia per creare effetti sorprendenti; in particolar modo per la tecnica mokume gane.

4. Carta vetrata grossa
E' uno dei miei "mai-senza": la uso moltissimo per creare superfici ruvide, premendola più o meno forte sulla pasta. L'effetto è naturale e rifinito.

5. Lampadine (non più funzionanti)
Per creare dischi o altre forme bombate la base che uso è un bel bulbo di lampadina.. le francesi usano i piatti per le escargot (lumache!!), ma qui da noi non credo si trovino.. io uso le lampadine e mi ci trovo benone. Stendi il tuo disco o altra formina sul vetro e cuoci tutto: non c'è pericolo alla bassa temperatura di cottura del polymerclay, ma attenzione quando estrai dal forno, la lampadina scotta! Potrai realizzare forme curvate e bombate perfette o sbizzarrirti con altri tipi di lampadina: a punta, a spirale, ovali..

6. Lametta da barba
Da usare con moltissima attenzione per affettare le canes e per tutti i tagli piccoli e precisi. Le lame professionali sono abbastanza costose: a meno che tu non debba fare lavori piuttosto grandi la lametta andrà benone. Però devi stare attentissima a non tagliarti, è facile sbagliare lato e prenderla dalla parte della lama.. perciò ti consiglio di farle un manico con una piccola striscia di polymer, così da non confonderti quando la afferri.

7. Pelapatate
Ahaha lo adoro! è buffo ma utilissimo: per "pelare", appunto, sottili strati di pasta nel mokume gane e in mille altre tecniche. Devi provarlo, è troppo divertente!

8. Cannuccia
Semplicissimo: per fare fori larghi nella pasta. Tra l'altro il pezzettino che rimane all'interno una volta fatto il buco è un dischettino perfetto: non buttarli, usali per decorare a polka-dot!

9. Mollette da bucato
Un altro mai-senza: quando vernici le perle e devi farle asciugare, dove le metti per non farle appiccicare al tavolo? le infili in uno stecchino e lo metti di traverso a un bicchiere, oppure lo pinzi con la molletta così sta in piedi. Più facile a farsi che a dirsi ;)

10. Stecchini
Eccoli, i re dell'argilla polimerica, usati dalla principiante fino alla più grande artista del mondo: gli stecchini!! Ovvio, servono per forare e, l'abbiamo appena detto, per infilarci le perle.. ma non solo. Usa la punta per pizzicare la pasta e creare un effetto muschio o pelo, premili di piatto per scanalature, rompili e usa la parte frastagliata per texture di pallini irregolari, eccetera eccetera. Non puoi farne a meno!

Se ti piace lavorare il polymerlcay con texture ed effetti, come faux ceramic, mica shift, cloisonnè, effetto silkscreen, effetto broccato, dai un'occhiata ai miei fogli per texture e timbri: quali fantasie preferisci? se vuoi mostrami i lavori che hai realizzato con queste tecniche, sono curiosa!



English version

What is this stuff? Am I building a robot cook? Did I empty the cellar? no no .. I'm modeling polymerclay :)

It is not always necessary to buy expensive tools to work our favorite material. You can find many objects at home which are as effective as professional ones.

Here's the ones I use most often (in no particular order):

1. The bottle - rolling pin
To roll out the clay it's necessary a perfectly smooth rolling pin; wooden ones are not going well, because they are porous, hold the stronger colors (red, green, blue ..) and leave spots on the lighter colors.
You can buy a rolling pin in resin or plexiglass, or use a simple glass bottle or an aluminum can.
To roll the clay into uniform thickness use rubber bands at both ends of the "rolling pin": thinner or thicker depending on the thickness you want to achieve, it will help you to maintain a uniform layer of clay.

2. The salt
Very cool for textures! you can create very nice beads and details with salt: shape round beads and roll them in the salt; bake, let cool and rinse; salt melts away leaving irregular holes for a lava stone effect. I love it!!

3. Screws, washers, ironware
All wrinkled, sharp, hollowed objects are perfect for texturing the clay: stick, roll, press, puncture, scrape to create amazing effects; especially for the mokume gane technqiue.

4. Sandpaper
And one of my "never-without": I use it a lot to create rough surfaces, pressing it more or less strongly on the clay. The effect is natural and finished.

5. Ligh bulbs
To create discs or other rounded forms I use light bulbs as base. The French use the dishes for escargots (snails !!), but here in Italy they're impossible to find .. I use bulbs and they work well. Stretch out your disk or other shape on the glass and bake everything: there is no danger to the low cooking temperature of polymerclay, but beware when you take it out of the oven, the bulbs are hot! You will create perfect curved shapes or have fun trying other kind of light bulbs: pointed, spiral, oval ..

6. Razor blade
Use with extreme care for slicing canes and for all small and precise cuts. Professional blades are quite expensive: unless you don't have to do big items the razor blade will be OK. But you must be extremely careful, it is easy to absentuly grab the wrong side of the blade .. so make it a handle with a small strip of clay, so you won't mistake.

7. Peeler
Haha I love it! it's hilarious but useful: to "peel", in fact, thin layers of clay in mokume gane and many other techniques. You must try it, it's too funny!

8. Drinking Straw
Simple: to make large holes in the clay. And more: the little bit of clay that remains inside once the hole is made, is a perfect tiny round; don't throw them, use for a polka-dot decoration!

9. Clothes Pegs
Another never-without: when you paint your beads and have to dry them, where do you put them to avoid sticking on the table? insert them in a toothpick and put it across a glass, or pin them with a clothespeg so it stands up. Easier to do than to say;)

10. Sticks
Here they are, the kings of polymerclau, used by beginners to the greatest artist in the world: toothpicks !! Of course, they're used to drill and, as we just said, to hold beads .. but tehre's more. Use the tips to pinch the clay and create a moss or hair effect, press them flat to create grooves, break them and use the irregular broken side for textures, and so on. You can't live without!!

If you like modeling polymerclay with textures and effects, like faux ceramic, mica shift, cloisonné, silkscreen effect, brocade effect, take a look at my texture sheets and stamps: which patterns do you prefer? if you want show me your creations with these techniques: I'm curious!