Recent Posts

martedì 3 gennaio 2017

Bilancio dell'anno: darsi il permesso di riposare

Brrr ho freddo!! Poncho di lana grossa e gatto.. qui solo illustrato perchè nessuno di quelli in carne ed ossa ha voluto partecipare alla foto 😁🐱
Sono un po' ammalata, quindi mi avvoltolo (esiste questa parola?) nel maxi poncho con dei calzettoni un pochino imbarazzanti. Nello stesso modo ho trascorso la sera dell'ultimo dell'anno, un po' perchè non mi è mai inetressata tanto questa festa e un po' perchè avevo la febbruzza rompina che non è il febbrone a 39 ma nemmeno la perfetta salute scattante. Mia mamma la chiama "malavöia".. cioè voglia di fare un cavolo perchè si è malaticci, doloranti e con la testa ovattata 😀
La faccenda dura da un paio di giorni: credo sia la resa dei conti finale di un anno vissuto pericolosamente (ah! ah!) a studiare per la tesi, le ore gobba sul pc a scrivere, le giornate caldissime o freddissime sballottata di qua e di là tra archivio, biblioteche e università, tutte in città diverse. Zero tempo per me e, purtroppo, quasi zero anche per affetti e amicizie. Gli strapazzi si pagano! Non sto facendo la piangina, eh, non è da me, giuro 😊 dico però che è stato un anno intenso, e che forse il corpo e la mente ora vogliono riposare e guardare per un po' spazi aperti e volti amici.
Com'è stato il tuo anno? questo che è iniziato sarà molto diverso? te lo aspetti, o auguri, simile o vuoi cambiare tutto?
Io sono contenta di questi mesi sgobboni ma ricchi, però sono anche felice che sia finita (per ora... ) e adesso, ora, veramente voglio pensare solo al mio poncho, ai miei gatti e al tè bollente e dolce. Mi sembra strano non avere "nulla da fare" (per modo di dire), è come se dovessi darmi il permesso di riposare e stare per un po' nullafacente con le mani in mano. Ti capita mai? Quasi di dover giustificare il tuo riposo? Dobbiamo.. "lavorarci" sopra 😉


La fogliolina nel caldo color miele è disponibile con cordoncini e catenelle diverse 🍂